Ingredienti, Primavera, Vegetariano, Zuppe&Insalate
Comments 7

Guida ai germogli: quali scegliere, come coltivarli in casa e come gustarli al meglio

[Sprouts: how to choose them, grow and enjoy] scroll for english version

Non vi spaventate sono solo semi! Nell’immaginario collettivo i germogli vengono associati ad una dieta macrobiotica o vegetariana, ma sono ottimi per tutti. Ovviamente non parlo dei germogli di soia del supermercato, non proprio salutari, ma di quelli che possiamo facilmente coltivare in casa.

Basta davvero poco, non c’è bisogno di attrezzature particolari ne di semi pregiati. Esistono nei negozi bio, semi appositamente selezionati per i germogliatori, ma nella pratica possiamo far germogliare quasi tutti i tipi di legumi, cereali e semi oleosi. Ricordate le lenticchie che facevamo germogliare a scuola? Ecco anche quelle si mangiano!

I germogli sono ricchissimi di vitamine e sali minerali, contengono quantità elevatissime e concentrate di tutti i nutrienti della pianta adulta. In pratica grazie agli enzimi che si attivano durante la germinazione, le sostanze nutritive sono predigerite, quindi le proteine e i carboidrati sono scissi in sostanze semplici. Hanno anche un elevato contenuto energetico dovuto alla grande quantità di carboidrati, che gli conferiscono spesso il tipico sapore dolciastro. Ora basta con la teoria però!

germogli, sprout, sprouting, germogliatore, sementi, semi, seeds, sprouter

Germogliatore e sementi

Indicazioni generali

  • i germogli vanno consumati preferibilmente crudi, per non alterarne le proprietà;
  • è preferibile usare sementi di origine biologica, per evitare qualsiasi contaminazione dei germogli;
  • a seconda del tipo di seme e della stagione ci saranno tempi variabili di germinazione, comunque vanno sempre consumati prima dello spuntare delle foglie (al massimo 5-6 giorni);
  • la resa è davvero molto alta, per un barattolone di germogli basta una manciata di piccoli semini;
  • prima di essere posti nel germogliatore i semi vanno rinvenuti in acqua, tenendoli in ammollo dalle 6 alle 12 ore e poi scolati;
  • i semi vanno risciacquati un paio di volte al giorno e sempre accuratamente scolati, temono il ristagno d’acqua che potrebbe provocare la formazione delle muffe;
  • quando sono pronti vanno conservati in frigorifero per fermare la germinazione, e consumati entro un paio di giorni.

Il germogliatore

In commercio esistono di tutte le forme e materiali, con vari ripiani ma anche con semplici barattoli. Quello che vedete nella foto è formato da un barattolo di vetro e da un coperchio di plastica bucherellato con un manico inclinato, che permette l’appoggio su un ripiano e nello stesso tempo evita il ristagno d’acqua.

La funzione è quella di tenere i semi con la giusta umidità, alla luce e senza ristagni d’acqua. Quindi si possono usare anche un piatto o un semplice scolapasta. Oppure un barattolo di vetro con una garza o una tela grossa tenuta da un elastico.

Collocare il vaso in un luogo tiepido e ben illuminato, ma non alla luce diretta del sole. Smuovere spesso i semi nel vaso, per evitare che si ammucchino. Il germogliatore va pulito bene e asciugato tra un utilizzo e l’altro, preferibilmente con acqua e aceto o limone, evitando l’uso di detergenti.

I semi non germogliano quando…

  • sono troppo ammucchiati;
  • non sono stati innaffiati accuratamente;
  • la temperatura ambiente è troppo alta o troppo bassa, l’ideale è tra i 18 e i 22° C;
  • ristagno d’acqua o insufficiente temperatura e luce scorretta, possono provocare la formazione di muffa. Da non confondere con la peluria caratteristica delle piccole radici. La muffa ha un odore riconoscibile.

I semi più usati e le proprietà

  1. Alfalfa o Erba Medica: contiene molta vitamina A, B2, C, D, ferro, magnesio, amminoacidi, proteine e clorofilla.Tempo di ammollo, 4 ore. Raccolta dopo 6-8 giorni.
  2. Fieno Greco: contiene le vitamine A, B1, B2, B5 e D, niacina, ferro, fosforo, acido pantotenico, saponina e colina. Tempo di ammollo, 5 ore. Raccolta dopo 6-8 giorni. Gusto amaro in caso di germinazione troppo lunga.
  3. Broccolo: contiene abbondante calcio, cromo, ferro, flavonoidi, carotene, acido folico, polifenoli e oli di senape e le solite vitamine B1, B2, B6, C, E e K. Q. Tempo di ammollo, 6 ore. Raccolta dopo 3-5 giorni. Le piccole radici saranno contornate da fibre bianche simili al cotone.
  4. Lenticchia: contiene le vitamine A, C e gruppo B, ferro, manganese, sodio, niacina, fosforo e zinco. Tempo di ammollo, 12 ore. Raccolta dopo 6-8 giorni.
  5. Fagiolo Mungo: contiene vitamine A, B1, B2, B3, B12, C, molta vitamina E, ferro, potassio, calcio, magnesio e fosforo. Tempo di ammollo, 12 ore. Raccolta dopo 6-8 giorni.
  6. Ravanello: contiene A, B1, B2 e C, ferro, potassio, calcio, niacina e sodio. Tempo di ammollo, 12 ore. Raccolta dopo 4-5 giorni. Si può consumare anche come erbetta, raccogliendolo dopo 8 giorni.
  7. Rafano: contiene A, B1, B2 e C, ferro, potassio, calcio, magnesio e fosforo. Tempo di ammollo, 12 ore. Raccolta dopo 3-5 giorni. Si può consumare anche come erbetta, raccogliendolo dopo 8 giorni.
  8. Trifoglio Rosso: contiene vitamine C ed E, oli essenziali, minerali, fitoestrogeni, ricco di isoflavonoidi. Tempo di ammollo, 6 ore. Raccolta dopo 3-5 giorni.
  9. Grano: contiene le vitamine del gruppo B, la vitamina C e tantissima E, iodio, potassio, niacina, fosforo, zolfo e zinco.

Miscele per ogni occasione

Per godere al meglio delle caratteristiche dei vari semi, si possono anche utilizzare in vari mix, regolando i tempi di germinazione.

  • Energetica per sportivi: grano, fagiolo mungo e rafano.
  • Raffinata dal gusto particolare: quinoa, rafano e lenticchia.
  • Mediterranea: broccolo, lenticchia, grano, fagiolo e semi di lino.
  • Delicata: lenticchia, fagiolo, rafano.
  • Piccante: fagiolo mungo e ravanello.

Utilizzi in cucina

Il loro utilizzo principale è nelle insalate. Li ho provati anche in zuppe e minestroni, inserendoli quando il piatto si è intiepidito.

Si possono anche frullare insieme ad erbe aromatiche, olio, o parmigiano per arricchire un pesto o una salsa.

germogli, sprout, sprouting, germogliatore, sementi, semi, seeds, sprouter

Germogli pronti


* Often sprouts are associated with a macrobiotic or vegetarian diet, but are great for everyone. We can easily grow at home.

The sprouts are rich in vitamins and minerals, and contain high quantities of all the nutrients concentrated in the adult plant.

General information

  • sprouts should be consumed preferably raw, not to alter the properties;
  • it is preferable to use biological seed, to avoid any contamination of the sprouts;
  • depending on the type of seed and the season there will be variable times of germination;
  • the yield is very high indeed, for a jar of sprouts just a handful of small seeds;
  • before being placed in the sprouter seeds are found in water, keeping them from soaking in 6 to 12 hours and then drained;
  • the seeds should be rinsed a few times a day and always thoroughly drained, fear the stagnant water that could cause mold growth;
  • when they are ready to be stored in the refrigerator to stop germination, and consumed within a couple of days.

The sprouter

In commerce exist in all shapes and materials, with the various shelves, but also with simple jars. What you see in the picture is formed from a glass jar and a lid of plastic perforated with a handle tilted, which allows the support of a shelf and at the same time avoids the stagnation of water.

The function is to keep the seeds with the right humidity, light, and no stagnation of water. So you can also use a plate or a simple colander. Or a glass jar with cheesecloth or a thick cloth held by a rubber band.

Place the jar in a warm and well-lit, but not to direct sunlight. The sprouter should be properly cleaned and dried between uses and the other, preferably with water and vinegar or lemon, avoiding the use of detergents.

The seeds do not germinate when …

  • are too crowded;
  • have not been thoroughly watered;
  • the ambient temperature is too high or too low, the ideal is 18 – 22°C;
  • stagnation of water temperature and light incorrect or insufficient, can cause mold. Not to be confused with the fuzzy characteristic of small roots. The mold has a distinct smell.

The seeds and the properties

  1. Alfalfa: it has a lot of vitamin A, B2, C, D, iron, magnesium, amino acids, proteins and clorofilla. Soaking time, 4 hours. Ready after 6-8 days.
  2. Hay Greek: has vitamins A, B1, B2, B5 and D, niacin, iron, phosphorus, pantothenic acid, choline and saponin. Soaking time, 5 hours. Ready after 6-8 days. Bitter taste in the case of germination too long.
  3. Broccoli: has abundant calcium, chromium, iron, flavonoids, carotene, folic acid, polyphenols and mustard oils and the usual vitamins B1, B2, B6, C, E and K. Soaking time, 6 hours. Ready after 3-5 days. The small roots will be surrounded by white fibers like cotton.
  4. Lentil: has vitamins A, C and group B, iron, manganese, sodium, niacin, phosphorus and zinc. Soaking time, 12 hours. Ready after 6-8 days.
  5. Mungo bean: has vitamins A, B1, B2, B3, B12, C, plenty of vitamin E, iron, potassium, calcium, magnesium and phosphorus. Soaking time, 12 hours. Ready after 6-8 days.
  6. Radish: contains A, B1, B2 and C, iron, potassium, calcium, niacin and sodium. Soaking time, 12 hours. Ready after 4-5 days. You can consume as grass after 8 days.
  7. Horseradish: contains A, B1, B2 and C, iron, potassium, calcium, magnesium and phosphorus. Soaking time, 12 hours. Ready after 3-5 days. You can consume as grass after 8 days.
  8. Red Clover: contains vitamins C and E, essential oils, minerals, phytoestrogens, rich in isoflavones. Soaking time, 6 hours. Ready after 3-5 days.
  9. Wheat: contains B vitamins, vitamin C and lots of E, iodine, potassium, niacin, phosphorus, sulfur and zinc.

Mixes for any occasion

To enjoy the best features of the various seeds, can also be used in a variety of mix , adjusting the timing of germination.

  • Energy for sports: wheat, mung bean and radish.
  • Refined taste: quinoa, lentils and horseradish.
  • Mediterranean: broccoli, lentil, wheat, beans and flax seeds.
  • Delicate: lentil, bean, radish.
  • Spicy: mung bean and radish.

Use in the kitchen

Their main use is in salads. I tried them in soups and stews, placing the pot when it is warmed. You can also mix together with herbs, olive oil, parmesan cheese, or to enrich a sauce or pesto.

Annunci

7 Comments

  1. Ho comprato il germogliatore-vaso e vari semi, devo cominciare la produzione! Ottimo post… Utilissimo 😉

    Mi piace

  2. anna says

    ma questo post capita proprio a fagiolo!! Sono stata a un corso di cucina vegan e mi hanno regalato una busta di germogli!! Sarà proprio il caso di metterli a bagna e prepararli subito! 😉 seguirò i tuoi consigli!!
    Anna

    Mi piace

  3. continuo a pensarci e non mi decido a provare a farli 🙂
    brava per le spiegazioni semplici e chiare!

    Mi piace

  4. Pingback: Semi oleosi | La Caccavella

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...