Mese: marzo 2015

lacaccavella, kitchencolors, beige, taupe, naturalcolor, colors, inspiration

Kitchen&Colors: Natural beige

In attesa dei colori primaverili ci concediamo un po’ di riposo, con nuance tenui e ispirate alle uova, il Food&Colors di marzo. Il beige in tutte le sue tonalità si trova molto bene in cucine dai colori scuri e legnosi. Mi piace immaginare tutti questi oggetti in una splendida cucina marrone, calda e accogliente, dalle linea contemporanea … Annunci

Vota:

Free desktop wallpaper: beige

Per questo mese, uova e colori caldi anche per il vostro pc, in tema con il Food&Color di marzo. Spero vi piaccia! Scaricate qui la versione più adatta al vostro device:

1920×1080 (Full Hd)
1440×900 (Wide 16:9)
1336×768 (Laptop)
1280×800 (Laptop mini)
768×1024 (Tablet)
320×480 (Smartphone)

Vota:

lacaccavella, freeprintable, fathersday, tags, papergift

Free printables {Father’s Day}

Si sa che gli uomini non sono proprio patiti di frivolezze, pacchettini e carte colorate, ma sotto sotto se poi non ricevono nulla ci restano male. Le idee sono molto poche in realtà e molto più limitate rispetto a regali femminili, ma se pensate e impacchettate con cura possono far felici anche i papà più burberi. Per questo ho preparato per voi alcune carte da regalo, qualche bigliettino e dei semplici chiudipacco, da stampare anche su carta adesiva. Spero vi piacciano, un bacione a tutti i papà!

Vota:

Food&Colors: Uova

Per i colori di marzo ho deciso di fotografare le uova. Alimento immancabile in quasi tutte le cucine, è caratterizzato da tonalità particolarmente affascinanti. Dal beige chiaro al marrone e dal grigio chiaro ad un bellissimo rosa. Mi piacerebbe acquistare quelle provenienti da galline ruspanti, ma non sempre è possibile, quindi mi affido alle uova biologiche del supermercato. Ricordate che la provenienza può essere verificata sulle uova stesse con un piccolo codice identificativo: 0 per le uova biologiche, 1 per le uova da galline allevate all’aperto, 2 per le uova da allevamento a terra e 3 per le uova da allevamento in batteria.

Proprietà e benefici: alimento di grande valore nutritivo, le uova sono formate da un’alta percentuale di acqua. Contengono inoltre proteine di alta qualità, vitamina A, riboflavina, acido folico, vitamina B6, vitamina B12, colina, ferro, calcio, fosforo e potassio. Molte volte vengono snobbate perché ritenute fonte di colesterolo, ma la cottura al naturale senza l’aggiunta di grassi può consentirne il consumo anche un paio di volte la settimana.
Usi: inutile dire che l’uovo e utilizzabile dappertutto, in ricette di ogni genere, nei dolci, dai piatti più complessi a quelli più semplici. L’unica accortezza è nel consumo crudo, soprattutto per quanto riguarda maionese e tiramisù. Per quanto possano essere freschissime, si può evitare qualsiasi rischio pastorizzandole, con olio bollente (121°C) nel caso della maionese, e con uno sciroppo bollente di zucchero e acqua nel caso della crema per il tiramisù.

Vota:

lacaccavella, bucce, agrumi, essiccate, zest, orange, lemon

Come conservare e utilizzare le bucce degli agrumi essiccate, non solo in cucina …

La stagione delle arance sta volgendo al termine, ecco un modo semplice e sbrigativo per conservarne il profumo e l’aroma anche nei mesi in cui ci mancheranno tanto. Ultimamente abbiamo deciso di fare un ordine consistente direttamente dalla Sicilia. I prezzi sono abbastanza convenienti e si ha la certezza della provenienza, ma soprattutto della coltivazione biologica e dell’assenza di trattamenti chimici ormai usati in larga scala.

Avrete sicuramente notato che la dicitura buccia non edibile, si trova su quasi tutta la frutta e soprattutto sulle arance. Da un lato ci consente di conoscere i trattamenti subiti per la conservazione, ma dall’altro non ci permette di usare la buccia in marmellate e conserve.
La cassetta di legno, arrivata puntualissima, era stracolma di arance, pompelmi, madarini e limoni (io le comprate qui). Avevano forme diverse e irregolari, come dovrebbero essere. Mi hanno ricordato che la frutta vera è fatta così, anche se non perfettamente rotonda e un po’ ammaccata e sempre squisita.

Quindi dopo aver preparato una buonissima marmellata, abbiamo preferito consumare la maggior parte delle arance fresche. E allora ho pensato, perché non conservare queste splendide bucce?! L’unica accortezza è quella di pelarle prima di sbucciarle. In questo modo si evita la lunga operazione di togliere successivamente la parte bianca. Basta ricordarsi prima di mangiarle. Ho preferito fare un mix per arricchire l’aroma e mescolare i profumi, quindi ho utilizzato indifferentemente anche pompelmi, limoni, mandarini e cedro. Ma se preferite potete evitare il mix e utilizzare solo un tipo di frutta.

Vota: