Conserve&Confetture, Homemade, Inverno, Salse&Condimenti
Comments 4

Come conservare e utilizzare le bucce degli agrumi essiccate, non solo in cucina …

[How to preserve dried citrus peel] scroll for english version

La stagione delle arance sta volgendo al termine, ecco un modo semplice e sbrigativo per conservarne il profumo e l’aroma anche nei mesi in cui ci mancheranno tanto. Ultimamente abbiamo deciso di fare un ordine consistente direttamente dalla Sicilia. I prezzi sono abbastanza convenienti e si ha la certezza della provenienza, ma soprattutto della coltivazione biologica e dell’assenza di trattamenti chimici ormai usati in larga scala.

Avrete sicuramente notato che la dicitura buccia non edibile, si trova su quasi tutta la frutta e soprattutto sulle arance. Da un lato ci consente di conoscere i trattamenti subiti per la conservazione, ma dall’altro non ci permette di usare la buccia in marmellate e conserve. lacaccavella, bucce, agrumi, essiccate, zest, orange, lemon

La cassetta di legno, arrivata puntualissima, era stracolma di arance, pompelmi, madarini e limoni (io le comprate qui). Avevano forme diverse e irregolari, come dovrebbero essere. Mi hanno ricordato che la frutta vera è fatta così, anche se non perfettamente rotonda e un po’ ammaccata e sempre squisita.

Quindi dopo aver preparato una buonissima marmellata, abbiamo preferito consumare la maggior parte delle arance fresche. E allora ho pensato, perché non conservare queste splendide bucce?! L’unica accortezza è quella di pelarle prima di sbucciarle. In questo modo si evita la lunga operazione di togliere successivamente la parte bianca. Basta ricordarsi prima di mangiarle. Ho preferito fare un mix per arricchire l’aroma e mescolare i profumi, quindi ho utilizzato indifferentemente anche pompelmi, limoni, mandarini e cedro. Ma se preferite potete evitare il mix e utilizzare solo un tipo di frutta.

lacaccavella, bucce, agrumi, essiccate, zest, orange, lemon Procedimento

  1. Lavare accuratamente gli agrumi.
  2. Pelare la buccia evitando la parte bianca.
  3. Conservare le bucce così ottenute su un panno pulito o un tovagliolo di carta.
  4. Lasciar asciugare all’aria, magari non lontano da un calorifero.
  5. Oppure in alternativa potete usare un essiccatore o il forno al minimo per almeno un paio d’ore.
  6. Una volta accumulata la quantità necessaria, frullare il tutto.
  7. Conservare in un barattolo di vetro, asciutto e pulito.

Utilizzi _ in cucina

  • In infusione per aromatizzare te e tisane.
  • Per aromatizzare l’olio d’oliva, bastano 20 giorni di riposo. Da utilizzare su insalate o su ricette di pesce o carni bianche.
  • Per aromatizzare lo zucchero o il sale.
  • Per torte, macedonie, pasta frolla e creme.
  • Per arricchire l’impanatura con pane grattugiato o farina di mais.
  • Ottime con il pesce al cartoccio, i crostacei e gli spaghetti con le vongole.
  • Per insaporire l’arrosto.

_ per ricette di bellezza

  • Per uno scrub delicato per viso e corpo, con un olio leggero e lo zucchero di canna.
  • Per un bagno rilassante, immergendo le scorze nell’acqua calda della vasca.
  • Per un pediluvio insieme a sale grosso e lavanda.

_ per la casa

  • Per profumare la biancheria in un sacchetto di tessuto con del sale grosso.
  • Per profumare l’ambiente nel brucia essenze o sul termosifone.
  • Per pulire caffettiere e bollitori, insieme a mezzo bicchiere d’aceto.

lacaccavella, bucce, agrumi, essiccate, zest, orange, lemon


* The orange season is ending, here is an easy and fast to preserve flavour even when we’ll miss much. So after preparing a delicious jam, we preferred to consume most of the fresh oranges. And then I thought, why not preserve these beautiful skins ?! The only care is to peel them before. In this way you avoid the lengthy operation to remove subsequently the white part. Just remember before eating. I preferred to make a mix to enrich the flavour and mix scents, so I used interchangeably even grapefruit, lemons, tangerine and cedar. But if you prefer you can avoid the mix and use only one type of fruit.

Proceedings

  1. Wash thoroughly citrus.
  2. Peel the skin, avoiding the white part.
  3. Keep the skins on a clean cloth or paper towel.
  4. Air dry, maybe close to a heater.
  5. Or alternatively you can use a dryer or oven to idle for at least a couple of hours.
  6. Once accumulated the required amount, mix all together.
  7. Store in a glass jar, dry and clean.

Uses _  in the kitchen

  • Infusion to flavour tea and herbal teas.
  • To flavour olive oil, it takes 20 days of rest. Use on salads, fish dishes or white meat.
  • For flavour sugar or salt.
  • For cakes, salads, pastry and creams.
  • To enrich the breading with breadcrumbs or cornmeal.
  • Excellent with fish in foil, crustaceans and spaghetti with clams.
  • To flavour the roast.

_  for beauty recipes

  • For a gentle scrub for face and body, with a light oil and sugar cane.
  • For a relaxing bath, soaking in the warm water of the tank peels.
  • For a foot bath with salt and lavender.

_  home

  • To scent linen in a fabric bag with coarse salt.
  • To scent the environment in burning wood or on a radiator.
  • To clean coffee pots and kettles, along with half a cup of vinegar.

Related articles

Advertisements

4 Comments

  1. Pingback: Torta di orzo al latte con zafferano e pistacchi | La Caccavella

  2. Una delle cose fatte con l’essiccatore che ho preso da un po’! 😉 che profumo meraviglioso vero? 🙂

    Mi piace

    • E si, prima o poi lo prenderò anch’io. Non vedo l’ora di preparare il dado granulare 😉

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...