Diary
Comment 1

Farfalle, fiori e aria di primavera

[Butterfly, flowers and spring air] scroll for english version

Rieccomi tra fiori e piante di tutte le specie! Come vi avevo accennato in un post precedente, anche quest’anno ho visitato con piacere il PerugiaFlowerShow. Il tempo non era proprio dei migliori, poco sole e pioggia a tratti, ma il fascino della natura colpisce ogni volta. Sono riuscita a trattenermi con le spese. Ho solo curiosato in attesa del lancio delle farfalle!

L’atmosfera è sempre magica, sembra di stare tra i folletti del bosco. L’evento delle farfalle è stato accompagnato da un interessante chiacchierata con l’entomologo Gianumberto Accinelli, e dalla distribuzione gratuita di compost da parte di HeraComm. Anch’io ho ricevuto il mio sacchetto di fertilizzante naturale, derivato dalla raccolta differenziata lo proverò con le aromatiche del mio davanzale.

Mi ha colpito molto una frase detta dall’entomologo : dove c’è l’ambiente c’è l’animale. Possiamo fare molto per prenderci cura della natura, come siamo in grado di distruggere ambienti naturali e foreste, facendo scappare via tutti. Possiamo anche ricreare un contesto perduto, piantando alberi e arricchendo i nostri giardini per consentire alle farfalle e alle api di trovare ristoro. Possiamo considerare i nostri giardini come habitat ecologici in miniatura, capaci di popolarsi di piante e di insetti utili, contribuendo così alla salvaguardia della biodiversità dell’ecosistema.

Le farfalle sono fondamentali per l’impollinazione e svolgono una funzione preziosa nella riproduzione di molte specie vegetali e per l’equilibrio dell’ecosistema, oltre ad essere molto belle. Amano gli ambienti aperti e assolati. Ma il paesaggio è cambiato, le siepi che offrivano loro riparo e i siti per la riproduzione, sono stati in gran parte eliminati per favorire le attività agricole intensive e la cementificazione. Il massiccio uso di diserbanti e insetticidi hanno fatto il resto.

Per popolare i nostri spazi verdi di farfalle abbiamo bisogno di due tipi di piante, alcune che nutrano i bruchi nella prima fase (come la ruta che vedete nella foto qui sotto) e altre ricche di polline per nutrire le farfalle una volta  trasformate. Tra quelle più indicate ci sono il finocchio selvatico, la lavanda, l’achillea, le aromatiche, il lillà. Sul sito di Eugea, potete trovare dei kit già pronti e addirittura far crescere un bruco e assistere a tutte le fasi di trasformazione.

In realtà, visto il clima non proprio favorevole, le farfalle non hanno mostrato nessuna intenzione di volare. Sono rimaste ferme lì in posa per farsi fotografare.

E’ stata un’esperienza molto interessante. Avere la certezza che siamo ancora in tempo per cambiare le cose mi fa tornare l’ottimismo. Spero di averlo trasmesso anche a voi. 🙂

(post sponsorizzato)

lacaccavella,Perugiaflowershow, perugia, flower, fiori, piante, plantes, garden, gardening, giardinaggio, green, verde, farfalle, butterfly, spring, primavera


* I’m back among flowers and plants of all species! As I mentioned in a previous post, I visited with pleasure the PerugiaFlowerShow. The weather was not exactly the best, little sun and occasional rain, but the charm of nature strikes every time. The atmosphere is magical, it seems to be among the goblins of the forest. The event of the butterflies was accompanied by an interesting chat with the entomologist Gianumberto Accinelli.

Butterflies are essential for pollination and perform a valuable function in the reproduction of many species of plants and for the balance of the ecosystem, as well as being very beautiful. They love open spaces and sunny, but the landscape has changed, the hedges, which offered them shelter and sites for reproduction, have been largely eliminated to promote the mechanization of agriculture and the concreting. The massive use of herbicides and insecticides has caused the disappearance of large areas.

To populate our green spaces of butterflies we need two types of plants, some of which feed on the caterpillars in the first phase (such as ruta you see in the picture below) and other rich pollen to feed the butterflies once transformed. Among the most mentioned are the wild fennel, lavender, yarrow, the aromatic, lilac. On the site of Eugea, you can find starter kits and even grow a caterpillar and attend all stages of processing.

In fact, since the climate is not so favourable, butterflies showed no intention of flying. They stagnated there posing for their picture. It was a very interesting, to be sure that there is still time to turn things around me coming back optimism. I hope to have it sent to you. 🙂


Related articles

Annunci

1 commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...