Autunno, Food&Books, Pasta&Cereali, Ricette veloci, Vegetariano
Comments 3

Food&Books: Afrodita e le tagliatelle ai carciofi

 [Pasta with artichokes, olives and soft cheese] Scroll for english version

La ricetta di oggi è dedicata ad un’autrice che amo molto, Isabelle Allende. Ha accompagnato la mia adolescenza con racconti magici e drammatici, li ho letti tutti e tutti d’un fiato. Quando è toccato ad Afrodita, sono rimasta piacevolmente sorpresa, non era il solito romanzo della Allende. Un racconto afrodisiaco e sensuale su frutta, dolci, ortaggi e spezie.

La parte afrodisiaca non è tanto nelle ricette, ma nel modo di raccontarle e nell’immaginario che ha saputo costruire intorno ad ogni ingrediente. L’ho riletto da adulta e la sensazione è stata completamente diversa. Ma questo penso che capiti per tutti i libri che accompagnano la nostra vita.

Si può considerare un invito alla gioia, al piacere della tavola e alla condivisione con le persone che amiamo. Le ricette sono descritte con ironia, senza formalismi o indicazioni esatte. Anche per non prendersi troppo sul serio, un invito ad improvvisare. Il mio approccio preferito, insomma.

afrodita1

Il testo è diviso in due parti, un introduzione su afrodisiaci, erbe e spezie, ingredienti principali. Accompagnano la lettura magiche illustrazioni e citazioni dal Cantico dei Cantici, Neruda, Calderon de La Barca. Strepitose l’ode alla cellulite di Enrique Serna e il filtro magico delle streghe di Macbeth. Nella seconda parte le ricette vere e proprie, dalla salsa corallina alle pere ubriache, dall’habanera di gamberi all’insalata delle odalische, dalla zuppa scacciapensieri alle ciliege civettuole: una raccolta di ricette piccanti e spiritose.

” … dedico queste divagazioni erotiche agli amanti che giocano e, perchè no? anche agli uomini spaventati e alle donne malinconiche … Mi pento delle diete, dei piatti prelibati rifiutati per vanità … Non posso separare l’erotismo dal cibo e non vedo nessun buon motivo per farlo; al contrario, ho intenzione di continuare a godere di entrambi fino a quando le forze e il buon umore me lo consentiranno. Da qui nasce l’idea di questo libro, un viaggio senza carta geografica attraverso le ragioni della memoria sensuale, la dove i confini tra l’amore e l’appetito a volte sono talmente labili da confondersi completamente.” Isabelle Allende

Ho scelto questa con i carciofi, perchè è stata la prima che ho provato, insieme al riso al latte,  e da allora l’ho riprovata più volte con diversi formati di pasta, al forno con un involucro di pasta sfoglia, senza i peperoni e sostituendo il formaggio di capra con lo stracchino.

Voglio condividere quella originale per lasciare a te il piacere d’improvvisare. Qui ho usato la calamarata, un formato di pasta che ricorda gli anelli di calamari. Si preparano solitamente con i frutti di mare ma anche con le verdure sono buonissimi, i carciofi e le olive vi si infilano che è un piacere.

Tagliatelle ai carciofi

  • Porzioni: 4
  • Tempo: 15 min
  • Problema: easy
  • Stampa

Ingredienti

  • 400 gr di paccheri o tagliatelle
  • 4 carciofi marinati in oli (spezzettati)
  • 1 vasetto di peperoni rossi
  • 100 gr di formaggio molle di capra
  • olive nere o verdi
  • 2 grossi pomodori maturi
  • pinoli (facoltativo)
  • olio d’oliva
  • sale e pepe
  • basilico fresco

Preparazione

  1. Pulire i carciofi, tagliarli a listarelle e metterli a bagno in acqua e succo di limone. Io uso anche i gambi, trovo che siano buonissimi.
  2. Scolarli e metterli a marinare in olio d’oliva.
  3. Scaldare l’olio  e i peperoni in un piccolo tegame,  aggiungere i pinoli.
  4. Cuocere la pasta e intanto tagliare il pomodoro e le olive nere da unire ai carciofi sminuzzati.
  5. Scolare la pasta al dente e mescolare nella stessa pentola di cottura, ancora calda tutti gli ingredienti.
  6. Aggiungere il formaggio di capra tagliato a dadini e il basilico.
  7. Condire con sale e pepe.

lacaccavella, foodbooks, afrodita, isabelleallende, tagliatellecarciofi, ricette, pasta, artichokes,


* This recipe is dedicated to an author that I love very much, Isabelle Allende. He accompanied my adolescence with magical and dramatic stories. When touched to Afrodita, I was pleasantly surprised, it was not the usual novel of Allende. An aphrodisiac and sensual tale of fruit, sweets, vegetables and spices.

You can consider an invitation to joy, to the pleasure of eating and sharing with the people we love. The recipes are described with irony, without formality or exact directions. Also for not taking itself too seriously, an invitation to improvise. My preferred approach!

The text is divided into two parts, an introduction of aphrodisiacs, herbs and spices, the main ingredients. In the second part a collection of spicy recipes and spirits. I chose this with artichokes, because it was the first one I tried and then I tried again several times with different shapes of pasta, baked with a shell of puff pastry, without replacing the peppers and goat cheese with soft cheese. I want to share the original one to leave to you the pleasure to improvise.

Pasta with artichokes, olives and soft cheese

  • Porzioni: 4
  • Tempo: 15 min
  • Problema: easy
  • Stampa

Ingredients

  • 400 gr of noodles or paccheri
  • 4 artichokes marinated in oil (chopped)
  • 1 jar of red peppers
  • 100 gr soft goat cheese
  • black or green olives
  • 2 large ripe tomatoes
  • pine nuts (optional)
  • olive oil
  • salt and pepper
  • fresh basil

Preparation

  1. Clean the artichokes, cut them into strips and soak them in water and lemon juice. I also use the stems, I find that they are very good.
  2. Drain and marinate in olive oil.
  3. Heat oil and pepper in a small saucepan, add the pine nuts.
  4. Meanwhile, cook the pasta and cut the tomato and black olives to merge with artichokes chopped.
  5. Drain the pasta and mix in the same cooking pot, yet warm all the ingredients.
  6. Add the goat cheese cut into cubes and basil.
  7. Season with salt and pepper.
Annunci

3 Comments

  1. Il momento successivo alla morte della figlia l’ha portata a scrivere questo libro… Bellissima la motivazione dietro 🙂 io stavo giusto pensando di fare una cosa simile, ma con uno dei dolci del libro! Bellissima ricetta 😀

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...