Colazione, Dolci, Regionale
Comments 7

Putizza con fichi, pistacchi e sciroppo all’arancia

Oggi condivido un piccolo esperimento. Una variante del tutto personale di un dolce tradizionale. Confesso di non aver mai avuto il piacere di assaggiare qualla originale; ho colto l’occasione di un contest per provarla. Il contest in questione è stato indetto per la Giornata Nazionale della Putizza, del Calendario del Cibo Italiano. L’articolo di Roberto Zottar chiarisce le origini e le caratteristiche di questa preparazione così ricca di varianti, ti consiglio di leggerlo.

La putizza è un dolce di origini slovene, diffuso anche nel triestino e nel Friuli – Venezia Giulia con altri nomi, come gubana, potica o presniz. Tipico dei periodi di festa è una preparazione a base di pasta lievitata e ripiena di cannella, noci, uvetta, pinoli, noce moscata, chiodi di garofano, cioccolato, noci, pinoli, nocciole e mandorle,  grappa e scorza grattuggiata di limone, con la tipica forma a chiocciola.

lacaccavella, calendariodelciboitaliano, putizza, fichi, pistacchi, sciroppo, arancia

Il nome gubana deriva probabilmente dalla parola “guba” che in sloveno vuol dire piega. Le differenze di ripieno provengono probabilmente dalla grande varietà della preparazione slovena che, nelle ricette più antiche, contempla quasi 70 ripieni diversi, quindi perchè non aggiungerne altri?

Purtroppo non ho avuto tempo di fare tante prove, spero siano scusate la forma non proprio ortodossa e il ripieno chiaro che non ha consentito si vedessero tutte le spire. Il risultato è stato molto soddisfacente, l’impasto è risultato m0rbido e ben lievitato e l’insieme degli ingredienti concorde. Lo sciroppo all’arancia ha dato infine quel pizzico di acidità che ci stava benissimo.

Putizza con fichi, pistacchi e sciroppo all'arancia

  • Porzioni: 8
  • Problema: medium
  • Stampa

Ingredienti

_ per l’impasto

  • 500 g di farina 0
  • 250 ml di latte fresco
  • 150 g di zucchero di canna
  • 150 g di burro
  • 3 tuorli
  • 25 g di lievito di birra
  • la buccia grattugiata di un limone
  • una spoloverata di pimento

_ per il ripieno

  • 10 fichi disidratati
  • 50 g di mirtilli disidratati
  • 50 g di pistacchi pelati e tostati
  • la buccia grattugiata di un’arancia
  • 30 ml di brandy
  • 150 g di ricotta fresca
  • 150 g di mascarpone
  • 2 uova
  • 60 g di zucchero di canna
  • un baccello di vaniglia
  • un pizzico di sale

_ per lo sciroppo

  • 60 g di miele di fiori d’arancio
  • un cucchiaio di succo di limone
  • un cucchiaio di succo d’arancia
  • 2 gcc di olio essenziale d’arancia

Preparazione

  1. Lavorare i tuorli con lo zucchero, fino ad ottenere un composto spumoso.
  2. Sciogliere il lievito di birra nel latte tiepido, aggiungere il latte al composto con le uova.
  3. Unire il burro morbido a pezzetti e infine la farina setacciata. Lavorare per alcuni minuti l’impasto, per amalgamare gli ingredienti.
  4. Riporre l’impasto ottenuto in una ciotola coperta con la pellicola trasparente. Lasciar lievitare fino al raddoppio.
  5. Intanto scolare la ricotta e mettere a bagno la frutta disidratata nel brandy. Tritare i pistacchi e grattuggiare la buccia d’arancia.
  6. Sbattere le uova con lo zucchero, la vanillina, la buccia d’arancia e un pizzico di sale. Unire la ricotta e il mascarpone fino ad ottenere una crema omogenea.
  7. Scolare la frutta e tritare i fichi e i mirtilli con un coltello. Unirli alla crema.
  8. Quando l’impasto sarà raddoppiato, stenderlo su una spianatoia dandogli una forma rettangolare.
  9. Stendere su tutta la superfice la crema al mascarpone in maniera uniforme. Arrotolare l’impasto per formare un lungo rotolo, da sistemare nello stampo.
  10. Lasciar lievitare per circa un’ora e mezza, in un luogo riparato, coperto con un panno pulito. Cuocere in forno statico a 180° C per circa 45 minuti.
  11. Preparare lo sciroppo. In un tegame sciogliere a fuoco lento il miele con il succo di agrumi. Lasciar intiepidire e aggiungere le gocce di olio essenziale.
  12. Quando la putizza è pronta, toglierla dallo stampo e spennellarla con lo sciroppo quando è ancora calda. Servire con zest di limone e arancia.

lacaccavella, calendariodelciboitaliano, putizza, fichi, pistacchi, sciroppo, arancia

lacaccavella, calendariodelciboitaliano, putizza, fichi, pistacchi, sciroppo, arancia

Annunci

7 Comments

  1. Immagino il sapore di quel ripieno, deve essere fantastico! Una combinazione perfetta per un dolce così! Grazie di aver partecipato e complimenti di cuore!

    Mi piace

  2. Annarita Rossi says

    Mi è bastato leggere gli ingredienti per capitolare, un tripudio di ingredienti e passi se non si vedono bene tutte le spire, vorrei giusto assaggiarle quelle spire. Brava.

    Liked by 1 persona

  3. MA che buona! E naturalmente bella! Le spezie donano una marcia in più! Mi piace tanto. Buona serata!

    Mi piace

  4. Mi piace il tuo ripieno…molto particolare quasi un ripieno bianco che però poi in bocca è una vera sorpresa!! Buonissimo!!!

    Un abbraccio
    monica

    Mi piace

  5. Elena Broglia says

    mi piace l’idea del pimento dell’impasto, il tocco di spezie ci voleva e penso sia l’unico con il mascarpone nella farcitura, brava! hai osato!

    Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...