Autore: Maria Di Palma

lacaccavella, frittata, aglio, orsino

Frittata di aglio orsino e pecorino

L’aglio orsino è cresciuto per caso in giardino. La prima volta che è spuntato l’ho tagliato via con l’erba, pensando fosse un infestante. Poi per caso l’ho visto in frutteria e ho capito che era proprio lui!

Le foglie carnose e lucenti somigliano un po’ a quelle del mughetto, appartenenti alla stessa famiglia delle Liliacae. Di cui fanno parte appunto i mughetti, i tulipani, i giaginti, il porro, la cipolla e l’erba cipollina. Perenni e bulbose.

L’origine del nome deriva probabilmente dal fatto che fosse considerata di scarsa qualità, degna appunto degli orsi, che si pensa ne vadano ghiotti al risveglio dal letargo …

Vota:

Annunci
lacaccavella, cocotte, carciofi, patate, riicotta

Carciofi e patate in cocotte

Carciofi e patate per me è un piatto legato all’infanzia. La mia mamma li cucina in modo semplice e nello stesso tempo sublime. In pentola, tutto insieme, si crea una cremina deliziosa e si sprigiona un profumo paradisiaco. Sarà perchè adoro i carciofi in tutte le salse, ma con le patate sanno dare il meglio.

Al ricordo è legato anche un rito. Io sono molto metodica quando mangio, soprattutto i secondi. Il contorno lo suddivido equamente per ogni boccone; e ancora oggi non mi capacito di come sia possibile mangiare prima una cosa e poi l’altra. Ti assicuro che ne conosco già due che fanno così, mio padre e il consorte …

Vota:

Tortine di riso al latte con fragole e pistacchi

Come avevo accennato qualche settimana fa, la sfida dell’MTChallenge, acui ho partecipato da un anno a questa parte, cambia pelle. Diventerà una scuola vera e propria che inizierà a settembre e terminerà a giugno con gli esami finali.

In questi mesi si stanno svolgendo le selezioni per entrare a far parte della classe. Si sono svolte il mese scorso con la sfida sulla Tortilla e questo mese con la Mystery Cloche. Un’idea bellissima che mi ha subito entusiasmato!

In verità io avrei potuto anche saltare questo mese, visto che sono riuscita ad entrare nella classe alla prima tornata. È stata una bella sorpresa, sei sei cuoriosa, puoi sbirciare tra i voti. Sono molto orgogliosa del mio 13° posto, tenuto conto delle bravissime partecipanti …

Vota:

lacaccavella, insalata, carote, anacardi, menta, limone

Insalata di carote con anacardi, menta e limone

Si fa presto a dire insalata, poi ce ne vuole per prepararla. Non è tra le mie attività preferite, un po’ come lavare i piatti. Bisogna lavarla con cura, asciugarla e poi trovare altri ingredienti per renderla meno banale possibile.

Confesso che la faccio raramente proprio per questo. Lo so che esitstono quelle belle bustone con l’insalata già pulita, in tante varietà e pronta da mangiare, ma non fanno per me. Non riesco a mangiarla senza dargli almeno una rinfrescata e allora non vale più la pena.

Con le carote si fa abbastanza presto, si lavano velocemente e basta tagliarle e condirle. Per questa insalata ho utilizzato il pelapatate, che riesce a tagliare delle belle striscioline che nell’acqua ghiacciata diventano belle e croccanti. Per scoprire tutti gli ingredienti eccoti la ricetta e buona insalata …

Vota:

lacaccavella, omelette, agretti, patate, yogurt

Omelette alle erbe con agretti, patate e yogurt

La timidezza ha sempre accompagnato la mia vita e penso che sia ormai evidente a chi mi segue da un po’. Difficilmente parlo di cose troppo personali qui sul blog o suoi social. L’hanno scorso mi sono sposata e l’ho scritto così di passaggio tra un ingrediente e l’altro.

Avrei potuto raccontare tutto nei minimi dettagli, condividere i preparativi, fare tutorial su come preparare un sacchetto di benvenuto, regalare stampabili già pronti. Ma non ci sono riuscita, un po’ per mancanza di tempo, ma soprattutto perchè l’ho vissuta come un momento intimo e personale da condividere con la famiglia e gli amici. Prometto che prima o poi te lo mostro il mio bellissimo sacchetto rigorosamente handmade.

Non credo sia una questione di pubblico, io anche nella vita reale sono così. Un misto di timore di non essere accettata e di riservatezza, imparata da mai mamma. Un confine che riesco ad oltrepassare solo con persone che conosco da un po’. Un carattere come tanti altri che ho imparato con il tempo ad accettare e a gestire.

Il cibo in tutto questo è stato sempre un alleato prezioso. Cucinare mi ha aiutato a sciogliere il ghiaccio, preparare una torta o dei biscotti per una festa, invitare amici a cena. Colleghi di università ricordano ancora i miei peperoni imbottiti! Ero lì in mezzo a persone conosciute da poco, ma mi sentivo sicura e protetta. Resta ancora adesso un modo per esprimermi e per comunicare con il mondo …

Vota: