All posts filed under: Inverno

lacaccavella, pasta reale, in brodo, zuppa imperiale

Pasta reale in brodo

Finalmente riesco a scrivere! Solo ora sono riuscita a trovare un paio d’ore libere per poter di nuovo pubblicare tra queste pagine. E solo grazie alla neve che fiocca abbondante e che mi concede una pausa dal lavoro. Ci provo tutti i giorni a ritagliarmi un piccolo spazio e non sempre ci riesco.

In questi ultimi mesi sono successe tante cose, tutte belle, che hanno sconvolto la mia routine di nullafacenza. Ti avevo già accennato alla casa in ristrutturazione e al trasloco. Solo la vigilia di Natale ho potuto abbracciare la mia nuova cucina, che sto ancora organizzando al meglio. Purtroppo non riesco ancora ad usarla come vorrei per mancanza cronica di tempo; ho un nuovo lavoro e contemporaneamente sto seguendo uno stage di formazione. Quindi mi ritrovo senza nemmeno un giorno libero durante la settimana, che scorre via senza che nemmeno me ne accorga…

Vota:

Annunci
lacaccavella, zuppa, cavolo, caramellato, zuppasvedese, temadelmese, Brynt-vitkålsoppa, polpette

Zuppa di cavolo caramellato (Brynt vitkålsoppa)

[Ricetta per il tema del mese, l’insolita zuppa. MTC53] La sfida di questo mese ormai volge al termine. Le zuppe presentate superano le 200 ricette! Se vuoi dare un’occhiata, trovi tutti gli sfidanti a questa pagina. Ci sono ricette e soprattutto racconti meravigliosi. Per chiudere in bellezza ecco la ricetta di una zuppa svedese per il tema del mese. Si tratta di un approfondimento e di un piccolo viaggio tra le zuppe e i sapori del mondo. Sono riuscita in extremis a partecipare con questa splendida zuppa di cavolo caramellato. Il profumo che si sprigiona da questo piatto è indescrivibile, devi provarla per assaporarne tutto il sapore particolarissimo. Ne esistono varie versioni, le polpette possono essere sostituite da salsicce o pancetta. Non può mancare però la parte dolce che la caratterizza e l’aneto che gli da quel tocco di Svezia. La ricetta ha un equilibrio molto delicato, il connubio tra il dolce e le spezie può risultare sgradevole se si eccede nelle dosi. Procedi con cautela sia con l’aneto che con lo zucchero. Se non …

Vota:

lacaccavella, minestra, grano, indivia, topinambur, mtc53, verdure

Minestra di grano integrale, indivia belga e topinambur

L’indivia belga la uso spesso cruda, nelle insalate o con i formaggi per la Raclette, mi piace il suo gusto amaro e le foglie croccanti. Si tratta di una varietà di cicoria originaria del Belgio, ottenuta dalla crescita forzata al buio di germogli di cicoria. Contiene poche vitamine, ma molte fibre e il suo sapore amaro è un toccasana per fegato e reni.

Il topinambur invece per me è una novità. Si tratta di un tubero simile alla patata, con un sapore che somiglia al carciofo. Fa parte della stessa famiglia del tarassaco e del girasole, è una pianta spontanea e quasi infestante, e non esotica come pensavo. In Italia si trova quasi dappertutto ed è anche facile da coltivare. Contiene, oltre a vitamine e minerali, una buona quantità di inulina, che ha la proprietà di di abbassare il livello di assorbimento da parte dell’intestino degli zuccheri e del colesterolo. Si può consumare sia cruda che cotta, ottimo da intingere nella Bagna Cauda.

Vota:

lacaccavella, zuppa, cicerche, scarola, mtc53, zuppa, verdure, legumi

Zuppa di cicerchie e scarole con crostini di pane nero alla salvia

Fuori nevica, finalmente! Da quando abito nelle Marche è un vero piacere aspettare la neve, adoro il silenzio ovattato, gli alberi e i tetti con le sfumature bianche. Certo mi manca anche il Vesuvio imbiancato, ma quello accade più raramente.

Cosa c’è di meglio con questo bel freddino di una bella zuppa calda. Con la sfida di questo mese per l’MTChalllenge, Zuppe e Minestroni proposta da Vittoria Traversa dal blog La Cucina Piccolina, ho avuto l’occasione di imparare tante piccole sfumature che non conoscevo, a cui forse non avevo mai fatto caso.

Come ad esempio la differenza tra zuppa e minestra. La minestra consiste in un primo piatto costituito da verdure, cereali, pasta, legumi o riso in composizioni più o meno brodose. In caso di altri ingredienti c’è un aggettivo che l’accompagna, come appunto la minestra maritata della settimana scorsa. La zuppa invece è una minestra accompagnata da pane raffermo, senza pasta ne riso.

Vota:

lacaccavella, minestramaritata, mtc53, zuppa, verdure, brododicarne

Minestra maritata a modo mio con scagnuozzi di polenta al forno

Finalmente riprendono a pieno ritmo le attività in cucina. Da questo mese faccio parte anch’io della sfida più cool dell’etere e spero di esserne all’altezza. Sto parlando dell’MTChallenge, si tratta di una sfida culinaria nata nel 2010 e diventata oggi il gioco più famoso della rete.

Ogni mese si susseguono sfide culinarie di alto livello, ricche di approfondimenti e spunti interessanti. Occasioni uniche per imparare, confrontarsi e migliorare. Ogni mese viene proclamato un vincitore, che decide la sfida per il mese successivo … Inutile dire che l’ansia ha subito preso il sopravvento, ma poi ho deciso di seguire l’istinto che mi ha condotta dritta dritta tra le braccia di questa minestra meravigliosa che io adoro. Fa parte dei ricordi della mia infanzia … ancora oggi rivedo con affetto la gallina imbottita a testa in giù nella cucina di mia nonna, infilata a forza in un pentolone da cui spuntavano ostinate le zampe!

Si tratta della Minestra Maritata, tipica della cucina partenopea. Il nome curioso si ispira al matrimonio tra carne e verdure, si tratta infatti di un brodo di carne in cui vengono insaporite le verdure. Ci vuole tempo e pazienza per prepararla a regola d’arte, forse anche per questo è caduta un po’ in disuso. In casa mia si prepara ancora e ormai ha raggiunto una versione più leggera rispetto a quella tradizionale. Per me si tratta di Confort Food all’ennesima potenza!

Vota: