All posts filed under: Ricette veloci

lacaccavella,raclette, formaggio, cheese, recipe, ingredients, ricetta, fontina, puzzone, reblochon, prosciutto, salumi

Raclette: formaggio e fantasia per una cena tra amici

L’attività culinaria per il blog è quasi ferma, anche se quella quotidiana non si ferma mai. Chi cucina e provvede quotidianamente alla preparazione dei pasti sa benissimo che non esistono ferie, tranne per pochi fortunati.

Oggi ho deciso di fare una piccola eccezione ripubblicando un vecchio articolo per la Giornata Nazionale della Fonduta e della Raclette. Il Calendario del Cibo Italiano, promosso dall’Aifb va avanti senza soste e oggi la bravissima Vittoria Traversa ci fa scoprire tutto su queste tradizioni meravigliose per gustare le tantissime varietà di formaggio.

Vota:

lacaccavella,fagiolini, patate, curcuma, noci, mandorle, tortino, sformato, estate, greenbeans, potatoes, turmeric, nuts, flan, light, summer

Sformato leggero di patate e fagiolini con curcuma e noci

Oggi è la Giornata Nazionale degli Sformati di Verdure, per il Calendario del Cibo Italiano promosso dall’Aifb. Se vuoi scoprire origini e curiosità sull’argomento, ti consiglio di leggere l’approfondimento di Elisabetta Vallereggi del blog Il Mondo di Betty.

Contribuisco anch’io a questa giornata, con questa ricetta semplice e veloce con due ingredienti che, in questo periodo, non mancano mai nella mia cucina. Con lo sformato di verdure puoi risolvere una cena, proponendolo come piatto unico o secondo sfizioso.

Vota:

lacaccavella, lucianamosconi, tagliatelleintegrali, salmone, robiola, aneto, ricettenatale

Tagliatelle integrali con salmone affumicato e robiola al profumo di aneto

Eccomi qui a poche ore dal Natale per condividere la seconda ricetta preparata con la pasta della Signora delle Tagliatelle. Ho avuto la possibilità di provare la pasta all’uovo di Luciana Mosconi già nel post precedente, con le tagliatelle di farro con finocchi e sardine.

Questa volta è toccato al salmone affumicato, ingrediente tipico di questo periodo. Una ricetta diventata quasi un classico, solitamente si prepara con la panna. Personalmente non amo molto l’utilizzo della panna con i piatti di pasta, per questo ho voluto alleggerire il piatto usando un formaggio fresco e leggermente acidulo, per contrastare il gusto forte del salmone affumicato. La presenza dell’aneto per me è ormai assodato quando si tratta di salmone. Il pesce in questione può essere sostituito anche con la trota affumicata, qualora volessi evitare un pesce d’importazione.

Vota:

lacaccavella, lucianamosconi, tagliatellefarro, finocchi, sardine, uvetta, pinoli

Tagliatelle al farro con finocchi e sardine

Credevo di non farcela a pubblicare qualcosa prima delle feste, ma poi è arrivata una bella sorpresa e non ho potuto resistere. Se mi segui da un po’ sai che non è tanto nelle mie corde sponsorizzare prodotti, tranne in alcune occasioni.

Questa è una di quelle. Quando si tratta di un prodotto di qualità e soprattutto che si produce a due passi da casa non si può certo declinare l’invito. Sto parlando della pasta all’uovo di Luciana Mosconi. Ne avevo sentito parlare, ma non c’era mai stata occasione per provarla. La proposta era di preparare dei primi in tema con il Natale e di scegliere tra i vari formati. Io naturalmente non ho saputo resistere alle tagliatelle di farro e a quelle integrali, protagoniste del prossimo post.

Vota:

lacaccavella, foodbooks, afrodita, isabelleallende, tagliatellecarciofi, ricette, pasta, artichokes,

Food&Books: Afrodita e le tagliatelle ai carciofi

La ricetta di oggi è dedicata ad un’autrice che amo molto, Isabelle Allende. Ha accompagnato la mia adolescenza con racconti magici e drammatici, li ho letti tutti e tutti d’un fiato. Quando è toccato ad Afrodita, sono rimasta piacevolmente sorpresa, non era il solito romanzo della Allende. Un racconto afrodisiaco e sensuale su frutta, dolci, ortaggi e spezie…
Si può considerare un invito alla gioia, al piacere della tavola e alla condivisione con le persone che amiamo. Le ricette sono descritte con ironia, senza formalismi o indicazioni esatte. Anche per non prendersi troppo sul serio, un invito ad improvvisare. Il mio approccio preferito, insomma…

” … dedico queste divagazioni erotiche agli amanti che giocano e, perchè no? anche agli uomini spaventati e alle donne malinconiche … Mi pento delle diete, dei piatti prelibati rifiutati per vanità … Non posso separare l’erotismo dal cibo e non vedo nessun buon motivo per farlo; al contrario, ho intenzione di continuare a godere di entrambi fino a quando le forze e il buon umore me lo consentiranno. Da qui nasce l’idea di questo libro, un viaggio senza carta geografica attraverso le ragioni della memoria sensuale, la dove i confini tra l’amore e l’appetito a volte sono talmente labili da confondersi completamente.” Isabelle Allende

Vota: