All posts filed under: Torte

lacaccavella, calendariodelciboitaliano, artusiacena, menuartusi

Metti l’Artusi a cena … con crostini di capperi, tagliatelle con sugo di magro, zucchine ripiene e torta di patate

” Trattandosi di patate, non ridete del nome ampolloso perché come vedrete alla prova, non è demeritato. Se i vostri commensali non distinguono al gusto l’origine plebea di questa torta, occultatela loro, perché la deprezzerebbero.
Molta gente mangia più con la fantasia che col palato e però guardatevi sempre dal nominare, almeno finché non siano già mangiati e digeriti, que’ cibi che sono in generale tenuti a vile per la sola ragione che costano poco o racchiudono in sé un’idea che può destar ripugnanza; ma che poi, ben cucinati o in qualche maniera manipolati, riescono buoni e gustosi …”

Vota:

lacaccavella, tortadiriso, tortadegliaddobbi, frolla, italianfoodcalendar, mtc

Torta di riso di Bologna in frolla

La Torta degli Addobbi, tipica della tradizione culinaria bolognese, è un dolce delle feste. Il suo nome non si riferisce né al Natale e né alla Pasqua come si potrebbe pensare. La festa degli Addobbi ha inizio alla fine del XVIII secolo a Bologna per il SS Sacramento; in pratica ogni 10 anni, a turno, le parrocchie della Diocesi Bolognesi, stendevano ornamenti di stoffa alle finestre delle case lungo il percorso della processione del Corpus Domini.

Vota:

lacaccavella, tarteauchocolate, albicocca, ilclubdel27, mtc

La mia Tarte au Chocolat con confettura di albicocche per il Club del 27

Cosa c’è di meglio di una torta al cioccolato per iniziare la settimana. Ecco il secondo appuntamento con il Club del 27 , firmato MTChallenge. Una nuova scadenza per mantenere vivo il blog e per ripescare dall’immenso archivio di ricette che negli anni si sono accumulate con le sfide mensili. Il mese scorso è toccato alla Victoria Sponge, nel post spiego meglio la nascita del Club.

Vota:

lacaccavella, victoriasponge, bergamotto, ilclubdel27, mtc

La mia Victoria Sponge al bergamotto per il Club del 27

Se mi seguite da un po’, avrete ormai capito che le sfide dell’MTChallenge sono diventate molto velocemente una colonna portante del blog. La passione per la cucina e la voglia di provare cose nuove mi portano ogni mese a confrontarmi, nonostante la mancanza cronica di tempo, con tenacia e costanza.

Ma l’aspetto che più di ogni altra cosa mi ha subito rapito è l’approfondimento. Mi piace ricercare le origini di un piatto, scoprire tradizioni di altri paesi e imparare le tecniche di base. Per questo gli articoli della sfida che aspetto con ansia, a parte quello della proposta principale, sono soprattutto il tema del mese e le indicazioni per la riuscita perfetta! Sono entrata a far parte di questa pazza famiglia solo l’anno scorso, ma tieni conto che la cosa va avanti da più di 5 anni ormai. E se contiamo 10 sfide l’anno, con un tema del mese di approfondimento, che conta una media di 10 ricette alla volta; ci troviamo di fronte ad un archivio immenso di ricette provate, collaudate e catalogate.

Vota:

lacaccavella, cheesecake, cotto, mascarpone, pepedisichuan, pere, anicestellato, mtc57

Cheesecake cotta con mascarpone al pepe di Sichuan e salsa di pere all’anice stellato

Quando si tratta di cheesecake al forno, non occorre aggiungere un’addensante alla crema. Basta metterci le uova. Dopo le sperimentazioni con le versioni precedenti, con quello dolce alle albicocche e quello salato alla feta, ho puntato su ingredienti semplici e qualche spezia. La crema al formaggio con il pepe di Sichuan, e le pere profumate all’anice stellato.

Il pepe di Sichuan in realtà è una bacca, chiamata impropriamente pepe. La pianta somiglia agli agrumi e le bacche vengono private dei semi ed essiccate. Il suo aroma è simile al pepe, ma meno pungente e con un retrogusto di limone. Fai attenzione all’acquisto, le tipologie più scadenti possono contenere i piccioli legnosi e le spine, difficili da eliminare. Prima dell’uso è preferibile tostarli per sprigionare l’aroma, poi si possono pestare in un mortaio o in un mixer per una grana più fine.

L’anice stellato ha invece un aroma più dolce, quasi di liquirizia. Leggermente piccante, ha un profumo caldo e legnoso. Si utilizza intero, in particolare in infusione. Si trova anche in polvere, ma potrebbe perdere l’aroma.

Per la cottura al forno occorre un po’ di attenzione, per evitare che la parte cremosa riporti delle screpolature.Ecco alcuni accorgimenti …

Vota: